Gaming

I migliori monitor da gioco 1440p (2021 recensioni)

Hai bisogno di un monitor 1440p per giocare o qualcos'altro? Siamo esperti in monitor da gioco e abbiamo utilizzato le nostre competenze per trovare i migliori monitor 1440p disponibili ora.

A molti, può sembrare ieri che 60 FPS stabili a 1080p fossero l'obiettivo finale per gli appassionati di giochi, ma è già il 2021 e l'asticella è stata alzata notevolmente negli ultimi dieci anni.

I monitor con elevate frequenze di aggiornamento a tre cifre stanno diventando sempre più popolari e, con hardware sempre migliore, 1080p è in procinto di essere sostituito da 1440p come migliore risoluzione per i giochi per PC.

Quindi, se stai acquistando un nuovo monitor in questo momento, probabilmente hai gli occhi puntati su un pannello 1440p.

Naturalmente, 1080p è ancora rilevante per coloro che hanno un budget limitato o stanno dando la priorità alle prestazioni rispetto alle immagini, e il 4K sarà sicuramente più attraente per coloro che desiderano la migliore grafica possibile e sono disposti a spendere di più, ma 1440p presenta il migliore via di mezzo e offre il meglio di entrambi i mondi.

Quindi, senza ulteriori indugi, ecco alcuni dei migliori monitor da gioco 1440p che puoi acquistare nel 2021!

Punti a favore del prodotto:

  • Pannello VA solido per i soldi
  • Alta frequenza di aggiornamento
  • Prezzo accessibile

Punti contro il prodotto:

  • Luminosità di picco limitata
  • Non è la migliore uniformità nera
  • Alcuni fantasmi e macchie nere

Il primo monitor nell'elenco proviene da AOC, un famoso produttore di monitor che ha recentemente offerto alcune ottime soluzioni economiche, incluso l'AOC CQ27G2 che vedremo per primo.

Sebbene non sia così di alto profilo come alcuni monitor di fascia alta, il CQ27G2 è facilmente identificabile come un monitor da gioco grazie alle luci rosse che si abbinano abbastanza bene con l'esterno nero opaco. Dispone inoltre di uno schermo curvo con cornici molto sottili, oltre a un supporto regolabile, quindi lascia poco a desiderare al riguardo, soprattutto in questa fascia di prezzo. Inoltre, è buono anche nel reparto di ergonomia, poiché supporta la regolazione di altezza, inclinazione e rotazione.

Dando un'occhiata allo schermo reale, troviamo un solido pannello VA che vanta una frequenza di aggiornamento di 144Hz e offre un contrasto profondo, mentre l'aggressivo schermo curvo 1500R aggiunge un ulteriore senso di immersione. Tuttavia, la luminosità massima è un po' deludente e gli angoli di visualizzazione sono limitati, sebbene quest'ultimo sia il risultato del suddetto schermo curvo.

AOC pubblicizza anche che questo monitor ha un tempo di risposta di 1 ms, sebbene si tratti di MPRT anziché di GtG, il che significa essenzialmente che è possibile ottenere tempi di risposta così bassi con Motion Blur Reduction (MBR) abilitato. Tuttavia, MBR si basa sullo stroboscopio di sfondo e quindi limita la luminosità dello schermo, quindi non è una soluzione ideale. Il lato positivo è che è improbabile che i problemi di ghosting e black spot che sono comuni nei pannelli VA siano un grosso problema, a meno che tu non sia un buongustaio abituato a monitor ad alte prestazioni.

Infine, il monitor dispone anche di AMD FreeSync, che garantirà giochi fluidi e senza interruzioni nella gamma di 48-144Hz, mentre presenta anche Low Framerate Compensations (LFC), una funzione che è lì per garantire che la tua esperienza di gioco sia fluida. anche se il frame rate scende al di sotto del limite inferiore.

Nel complesso, sebbene non sia affatto perfetto, l'AOC CQ27G2 è sicuramente una scelta eccellente per coloro che stanno cercando di fare il salto a 1440p ma hanno un budget limitato. Tieni presente che se sei più preoccupato per le prestazioni e il risparmio di denaro, un monitor 1080p ad alte prestazioni potrebbe essere una scelta migliore!

Punti a favore del prodotto:

  • Pannello VA di qualità con contrasto elevato
  • Prestazioni solide
  • Supporto HDR
  • Compatibile con G-Sync

Punti contro il prodotto:

  • Valore un po' dubbio
  • Nessuna rotazione

Andando avanti, abbiamo un monitor simile che proviene da un famoso produttore di hardware che deve ancora stabilire un'impronta adeguata nel mercato dei monitor. Cioè, stiamo parlando di Gigabyte e del suo eccellente G32QC.

Mentre le cornici sottili conferiscono al monitor un aspetto molto elegante, Gigabyte ha adottato un approccio più riservato al design, motivo per cui il G32QC non ha evidenti punti salienti rossi, ma ci sono molti giocatori che probabilmente lo preferirebbero in questo modo. Purtroppo, però, l'ergonomia non è eccezionale qui, in quanto il monitor non ha una regolazione girevole, che è davvero la nostra più grande lamentela di design.

Dando un'occhiata sotto il cofano, il G32QC è abbastanza simile all'AOC CQ27G2 a prima vista: è un display da 32 pollici con una curva 1500R aggressiva e un pannello VA, il che significa una migliore immersione ma angoli di visualizzazione un po' limitati. E, come sempre con i pannelli VA, offre un buon contrasto e ha un tempo di risposta MPRT di 1 ms. È più o meno quello che ti aspetteresti in termini di prestazioni, con un leggero ghosting che per fortuna è facilmente gestibile con overdrive pixel e/o MBR.

Ora una caratteristica di cui alcuni potrebbero essere particolarmente entusiasti è il supporto HDR. Tuttavia, come ci si potrebbe aspettare considerando la certificazione DisplayHDR400 del monitor, l'HDR non è nulla di cui meravigliarsi a causa della luminosità limitata e della mancanza di oscuramento locale, ma è comunque una buona funzionalità per la visualizzazione di contenuti HDR.

Inoltre, la versione monitor di FreeSync include anche il supporto HDR, oltre a LFC, il che significa che puoi giocare in HDR con FreeSync abilitato senza problemi. Inoltre, è anche certificato come compatibile con G-Sync, che è un'ottima notizia per gli utenti Nvidia.

Nel complesso, il Gigabyte G32QC è chiaramente un compromesso tra il budget e i monitor da gioco 1440p di fascia media. Non ha un prezzo così conveniente come altre soluzioni e non può davvero competere con i modelli più costosi quando si tratta di prestazioni complessive o qualità dell'immagine. Tuttavia, è un ottimo monitor per i soldi, soprattutto per coloro che possono considerare questo prezzo un "punto debole" per il proprio budget.

Punti a favore del prodotto:

  • Pannello IPS ben bilanciato
  • Ottima riproduzione dei colori
  • Supporto HDR
  • Compatibile con G-Sync

Punti contro il prodotto:

  • Regolabilità limitata
  • Non è il miglior contrasto
  • Valore potenzialmente dubbio

La prossima voce della lista proviene anche dal Gigabyte, il Gigabyte G27Q, e sebbene possa essere quasi indistinguibile dal G32QC a prima vista, ci sono alcune importanti differenze sotto il cofano che sicuramente lo renderanno un'opzione molto più attraente per alcuni. Giocatori.

Tenendo presente quanto sopra, il G27Q presenta un esterno simile e sobrio che è tutt'altro che aggressivo, ma fa comunque sembrare il monitor un prodotto di qualità. Purtroppo, come con il monitor precedente, il supporto VESA standard supporta solo la regolazione dell'altezza e dell'inclinazione, quindi l'ergonomia lascia alcune cose a desiderare. Tuttavia, il monitor compensa questa mancanza quando diamo un'occhiata al pannello stesso.

Con uno schermo IPS a 144Hz, il Gigabyte G27Q raggiunge un ottimo equilibrio tra immagini, prestazioni e prezzo. Sebbene il monitor abbia solo un tempo di risposta MPRT specifico di 1 ms, il pannello si sente più reattivo rispetto alla sua controparte VA, offrendo anche una riproduzione dei colori più accurata. Naturalmente, ciò va a scapito del contrasto (e potenzialmente delle dimensioni e della curvatura dello schermo per coloro che li tengono in cima alla loro lista di priorità).

Inoltre, il G27Q è dotato anche del supporto HDR e di una certificazione DisplayHDR400 e, sebbene possa raggiungere una buona luminosità massima e abbia una buona riproduzione dei colori in modalità HDR, la mancanza di oscuramento locale è ancora più evidente qui a causa del contrasto nativo inferiore. . Infine, il monitor è dotato anche di FreeSync, che offre supporto HDR e LFC, oltre al supporto G-Sync. La gamma è un po' più ristretta a un insolito 57-144Hz, ma non dovrebbe essere un grosso problema.

Alla fine della giornata, il Gigabyte G27Q non è tanto un miglioramento rispetto al G32QC quanto un'alternativa. Entrambi i monitor sono soluzioni bilanciate di fascia media che senza dubbio si adatteranno bene a chi cerca di ottenere un buon rapporto qualità-prezzo, con il G27Q che è il modello più reattivo con colori migliori, mentre il G32QC è il modello più grande con schermo curvo e migliore contrasto.

Tuttavia, come prima, non è perfetto, quindi chi ha un budget limitato potrebbe optare per qualcosa di più economico, mentre chi ha più soldi da spendere potrebbe ottenere una soluzione leggermente più costosa.

Punti a favore del prodotto:

  • Pannello IPS di qualità
  • Tempi di risposta molto rapidi
  • Compatibile con G-Sync

Punti contro il prodotto:

  • Nessuna regolazione della torsione
  • HDR deludente

Andando avanti, arriviamo ad alcune soluzioni più serie (e più costose), a partire da un monitor che proviene da uno dei più grandi nomi nel mercato dei monitor e dei televisori: l'LG 27GL850.

Come i due precedenti monitor di Gigabyte, l'LG 27GL850 non è troppo aggressivo in termini di design; ha riflessi rossi sul retro, ma è per lo più ricoperto da una semplice plastica nera opaca. Dal punto di vista pratico, è più regolabile, con regolazioni di altezza, inclinazione e perno, sebbene manchi ancora la regolazione della torsione.

Tuttavia, questa lacuna è facile da perdonare se si considerano le capacità e le caratteristiche del pannello. Come il G27Q, questo è un pannello IPS a 144Hz, ma con alcuni notevoli miglioramenti. Qualcosa che i giocatori attenti alle prestazioni saranno felici di sapere è che presenta un tempo di risposta GtG di 1 ms, oltre ai soliti vantaggi offerti da questa tecnologia del pannello, ovvero colori eccellenti e ampi angoli di visualizzazione.

Non sorprende che il monitor supporti anche l'HDR, sebbene sia persino più povero del G27Q in quanto non soddisfa nemmeno la certificazione DisplayHDR400. Quindi, con la luminosità di picco limitata e il contrasto poco brillante, non si avvicina nemmeno lontanamente a offrire un'esperienza HDR adeguata. Tra i lati positivi, il monitor è certificato come compatibile con G-Sync, che è un'ottima notizia per gli utenti Nvidia che non possono permettersi un monitor G-Sync.

Con tutto quanto sopra in mente, è chiaro che l'LG 27GL850 è un monitor completo che offre sicuramente sia prestazioni che immagini, con regolabilità limitata e mancanza di HDR come i suoi principali difetti. Tuttavia, non è probabile che questi rompino un affare per la maggior parte dei giocatori che non si preoccupano davvero dell'HDR e sono alla ricerca di un monitor veloce e in grado di fornire immagini vibranti e coinvolgenti, quindi è ancora una scelta molto attraente per molti. al suo prezzo attuale.

Punti a favore del prodotto:

  • Impressionante pannello IPS ad alte prestazioni
  • HDR solido con oscuramento locale
  • Design accattivante
  • Compatibile con G-Sync

Punti contro il prodotto:

  • Un po 'caro
  • Nessuna regolazione del perno

Nessun elenco di prodotti di gioco sarebbe completo senza almeno una voce di Asus e mentre avanziamo nella scala dei prezzi ci imbattiamo in un'opzione molto interessante del loro famoso marchio Republic of Gamers: l'Asus ROG Swift PG329Q.

Sebbene non sia appariscente come gli altri prodotti di questa serie, il PG329Q si distingue decisamente rispetto agli altri monitor che abbiamo visto finora. Con le sue cornici sottili, il design unico del supporto, l'ampio motivo sul retro e l'indispensabile logo ROG illuminato RGB, questo monitor parlerà sicuramente a coloro che amano le periferiche che si distinguono. Il monitor è anche altamente regolabile, sebbene manchi di regolazione del perno, che non è un grosso difetto, ma vale comunque la pena notare, considerando il prezzo.

Ora, non sorprende che il display non sia nulla da deridere: un pannello IPS 175Hz overcloccato in fabbrica con un tempo di risposta GtG di 1 ms è il sogno di molti giocatori. Non solo, il monitor è certificato DisplayHDR600 y in realtà ha 16 zone di oscuramento locale. Naturalmente, non può ancora competere con i televisori HDR di fascia alta, ma c'è un drastico aumento della qualità delle immagini HDR rispetto ad alcuni dei monitor più economici elencati qui.

Inoltre, questo monitor è compatibile con G-Sync, ma dispone anche della tecnologia proprietaria di Asus chiamata ELMB Sync, che sta per "Extreme Low Motion Blur". Essenzialmente, è una funzione MBR che si basa sullo stroboscopio in background, ma può essere abilitata contemporaneamente al VRR, a differenza delle normali modalità MBR.

Detto questo, l'Asus ROG Swift PG329Q è davvero un monitor notevole per i soldi, nonostante i suoi difetti relativamente minori. Offre un'eccellente qualità dell'immagine e prestazioni eccellenti, insieme a un HDR decente. Certo, è costoso rispetto ai monitor più convenienti che abbiamo visto finora, ma ne vale la pena, considerando le sue prestazioni e il set di funzionalità.

Punti a favore del prodotto:

  • Pannello IPS dall'aspetto eccezionale e ad alte prestazioni
  • Frequenza di aggiornamento di 240 Hz
  • Buona qualità dell'immagine HDR
  • G-Sync Ultimate

Punti contro il prodotto:

  • Sul lato costoso
  • Contrasto mediocre

Poi abbiamo una voce molto solida di Dell, ed è un monitor che appartiene al loro famoso marchio Alienware: l'AW2721D.

Il monitor ha un bell'aspetto e si distingue dalla concorrenza con la sua insolita illuminazione esterna in bianco e nero e RGB, pur essendo completamente regolabile per inclinazione, altezza, rotazione e rotazione. Quindi, anche se non tutti saranno fan dell'approccio bicolore, c'è ben poco di cui lamentarsi qui quando si tratta di design.

Quando esaminiamo il pannello stesso, scoprirai che c'è poco di cui lamentarsi: stai guardando un pannello IPS davvero eccellente che non solo offre colori sorprendenti e realistici e ampi angoli di visualizzazione, ma ha anche un massimo di 1 ms . Tempo di risposta GtG e una frequenza di aggiornamento di 240Hz che attirerà sicuramente l'attenzione di qualsiasi giocatore orientato alle prestazioni. Inoltre, il monitor è completo di G-Sync Ultimate e di tutte le funzionalità premium di cui è dotato.

Quando si tratta di supporto HDR, l'AW2721D è certificato DisplayHDR600, così come l'Asus ROG PG329Q, sebbene abbia un migliore oscuramento locale, con un totale di 32 zone rispetto alle 16 del monitor Asus. pannelli, questa è un'ottima notizia se hai intenzione di giocare in HDR o semplicemente guardare contenuti HDR.

Detto questo, il Dell AW2721D è molto vicino ad essere un tipo di monitor "prendi la torta e mangiala", poiché ha tutte le basi importanti coperte. Tuttavia, non sorprende che ciò significhi anche che è piuttosto costoso, e questo è il motivo principale per cui il monitor piacerà principalmente agli appassionati e ai giocatori con tasche un po' più profonde.

Punti a favore del prodotto:

  • Immagini straordinarie grazie all'ampio pannello VA e QLED
  • Performance eccellente
  • Disponibile in due misure
  • Compatibile con G-Sync

Punti contro il prodotto:

  • Il design non andrà d'accordo con tutti
  • Caro
  • L'HDR potrebbe essere migliore

E, ultimo ma sicuramente non meno importante, arriviamo a un monitor impressionante di un altro grande nome nel mondo dei display: il Samsung Odyssey G7.

Dal punto di vista del design, è probabilmente il monitor più evidente in questo elenco, con il suo design angolare e l'illuminazione RGB sulla parte anteriore e posteriore. È decisamente sul lato estremo delle cose, quando si tratta di periferiche di gioco, quindi mentre alcuni apprezzeranno il suo aspetto, altri lo troveranno senza dubbio troppo appariscente per i loro gusti. Viene anche fornito con una vestibilità ergonomica completa ed è disponibile sia nella variante da 27 pollici che da 32 pollici.

Naturalmente, però, se acquisti in questa fascia di prezzo, sarai più interessato al lato pratico delle cose, e l'Odyssey G7 è più che impressionante su questo fronte.

Innanzitutto, il display presenta una curva 1000R estremamente aggressiva che raramente troverai sui monitor, e se questo sia positivo o negativo è completamente soggettivo; ad alcuni piace la sensazione aggiuntiva di immersione, mentre ad altri non importa molto. o che non ti piace perché limita gli angoli di visuale del monitor.

In secondo luogo, come ci si aspetterebbe dallo schermo curvo, il monitor è dotato di un pannello VA. Ed è un pannello top di gamma che è più che all'altezza sia visivamente che in termini di prestazioni. Cioè, offre un ottimo contrasto, come fanno sempre i pannelli VA, ma i colori che produce sono ancora più attraenti grazie alla tecnologia Quantum Dot (QLED) di Samsung.

E poi sul fronte delle prestazioni, il monitor non solo ha una frequenza di aggiornamento di 240Hz, ma presenta anche un tempo di risposta GtG di 1 ms. Come forse saprai, fino a poco tempo fa era impossibile per i pannelli IPS e VA ottenere tempi di risposta così rapidi. Certo, c'è ancora una traccia di luce e ghosting che si nota nelle scene frenetiche, ma non è così male come quello che potresti vedere sui pannelli VA più vecchi e/o più economici.

Sul lato negativo, un'area in cui l'Odyssey G7 è un po' corto è l'HDR. Sebbene il monitor sia dotato di una certificazione DisplayHDR 600, la luminosità massima è alquanto deludente. Inoltre, sebbene leggermente compensato dall'eccellente contrasto nativo, anche il local dimming è piuttosto deludente, con solo otto zone di dimming.

Infine, il monitor è dotato di FreeSync ma è compatibile con G-Sync. La mancanza di G-Sync "adeguato" potrebbe essere considerata deludente in questa fascia di prezzo, ma considerando ciò che offre il monitor, oltre al fatto che l'implementazione di G-Sync non farebbe altro che gonfiare ulteriormente il prezzo, direi che sono abbastanza soddisfatto dell'insieme delle funzioni in generale.

Alla fine della giornata, il Samsung Odyssey G7 potrebbe non essere un monitor perfetto, ma ha il giusto set di funzionalità che lo renderanno sicuramente attraente per i giocatori che vogliono avere un monitor bilanciato e di fascia alta che lo abbia tutti. di importanti basi coperte, senza spendere troppo e distribuendo importi a quattro cifre su un monitor.

Come scegliere il monitor giusto?

Ora che abbiamo elencato alcuni dei migliori monitor da gioco 1440p che puoi trovare oggi sul mercato, cosa dovresti considerare quando fai la tua scelta? Risponderemo ad alcune domande comuni di seguito!

Dimensioni dello schermo

Sebbene la risoluzione e la frequenza di aggiornamento possano essere le prime cose che un giocatore cercherà su un monitor nel 2021, le dimensioni effettive dello schermo sono ancora un fattore importante da considerare e hanno a che fare sia con la qualità dell'immagine che con l'ergonomia.

Quando si tratta di qualità dell'immagine, ciò che devi considerare è il densità di pixel tenere sotto controllo. Maggiore è la densità dei pixel, più nitida sarà l'immagine, quindi più grande è lo schermo, più è probabile che appaia pixelata. Fortunatamente, la gamma 24-32 pollici va perfettamente bene per 1440p. A 32 pollici, la densità di pixel dello schermo sarebbe di 90 pixel per pollice, che molti concordano sia perfettamente adatta per l'uso desktop.

E poi quando si tratta di ergonomia , si tratta di come appare la tua configurazione, ovvero quanto sarebbe lontano dal monitor. A questo proposito, le persone tendono a concordare sul fatto che un monitor da 24 o 27 pollici sia l'ideale per l'uso desktop, mentre una diagonale da 32 pollici lo spingerebbe davvero.

Quindi, tenendo presente quanto sopra, le dimensioni dello schermo sono molto soggettive quando si tratta di monitor a 1440p e si tratta di ciò che si adatta meglio a te.

Risoluzione

Come accennato in precedenza, in questa guida ci concentriamo sui monitor 1440p, quindi perché menzionare la risoluzione? Bene, dobbiamo ancora affrontare la questione di se 1440p è la risoluzione giusta per te .

Abbiamo già detto nell'introduzione che il 1440p è attualmente il miglior compromesso tra immagini, prestazioni e prezzo, quindi sarà sicuramente l'opzione migliore per i giochi nel 2021 in generale. Tuttavia, ci sono una serie di motivi per cui puoi ridurre o aumentare la risoluzione.

Per prima cosa, diamo un'occhiata al vecchio 1080p . Sì, è sicuramente in procinto di essere deprecato da 1440p e 4K, ma ha ancora i suoi meriti. Per prima cosa, i monitor 1080p sono complessivamente più convenienti, quindi sono ancora ottime opzioni per chi ha un budget limitato. Non solo, ma è anche più facile mantenere frame rate stabili a tre cifre a una risoluzione più bassa, quindi sono ottimi anche se stai giocando su un PC economico o se stai dando la priorità alle prestazioni su tutto il resto.

E poi c'è 4K , che è l'esatto opposto di 1080p in questo contesto: i monitor 4K sono più costosi ma offrono una chiarezza dell'immagine senza pari a causa della loro elevata densità di pixel. Considerando che nel 2021 sono più accessibili di quanto non fossero in passato, piaceranno a coloro che stanno lavorando con un budget un po' limitato ma vogliono dare la priorità alla grafica rispetto alle prestazioni.

In alternativa, se contate tra i giocatori con tasche più profonde, un monitor 4K ad alte prestazioni vi terrà coperti su entrambi i fronti, a patto di disporre di una GPU sufficientemente potente, ovvero poiché questa è una risoluzione molto impegnativa, soprattutto se 'con l'obiettivo di 144Hz.

Quindi, se hai dei dubbi su 1440p, faresti meglio a dare un'occhiata ai nostri altri articoli su questo argomento: i migliori monitor di gioco 1080p e i migliori monitor di gioco 4K, poiché potrebbero avere qualcosa che si adatta meglio alle tue esigenze.

Frequenza di aggiornamento

Un confronto tra 120Hz e 60Hz

Successivamente, abbiamo un altro fattore importante che sarà il primo o il secondo nelle liste di priorità della maggior parte dei giocatori: la frequenza di aggiornamento.

Come si evince dal nome, la frequenza di aggiornamento (espressa in Hertz) indica quante volte l'immagine visualizzata può essere aggiornata ogni secondo e come tale la frequenza di aggiornamento del monitor è direttamente correlata al frame rate massimo (FPS) che può mostrare. In sostanza, maggiore è il frame rate, più reattiva sarà la tua esperienza di gioco, quindi è facile capire perché le frequenze di aggiornamento sono diventate così popolari negli ultimi dieci anni.

Oggi troverai monitor che vanno dallo standard 60 Hz a 360 Hz. Le frequenze di aggiornamento native più comuni che troverai oggi sono 60 Hz, 144 Hz e 240 Hz, quindi possiamo usarle come una sorta di generalizzazione quando discutiamo dell'argomento.

Con l'avanzare della tecnologia, 60Hz diventa sempre meno attraente quando si tratta di monitor da gioco. Nel 2021 lo vedrai ancora comunemente sui monitor non da gioco, ma come puoi vedere dalla guida, 144Hz ora è molto accessibile, quindi a meno che tu non stia davvero pizzicando i centesimi o decidendo di sacrificare la frequenza di aggiornamento per il bene di altri specifiche (risoluzione, tipo di pannello, precisione del colore, ecc.), diremmo che è la migliore frequenza di aggiornamento per i giochi al momento.

Successivamente, abbiamo 240Hz e, sebbene i monitor a 240Hz non siano così esclusivi come una volta, non sono ancora attraenti come i 144Hz in generale, e per una semplice ragione: rendimenti decrescenti. Per essere più precisi, maggiore è il frame rate, più difficile è notare la differenza ad occhio nudo. Quindi, mentre le differenze tra 30 e 60 FPS o tra 60 e 120 FPS sono facili da vedere, la differenza tra 120 e 240 FPS è molto meno evidente.

Detto questo, mentre un monitor a 240Hz è decisamente più reattivo e potrebbe darti un leggero vantaggio nei giochi multiplayer, è completamente soggettivo se riuscissi a notare la differenza e se fossi disposto a spendere di più su un monitor. esclusivamente per motivi di frequenza di aggiornamento più veloce. Quindi, a meno che tu non abbia la possibilità di confrontare di persona, diremmo che 144Hz è la scommessa sicura in questo momento.

Pubblicazioni correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Torna all'inizio pulsante