BIBLIOTECA

Genshin Impact | Diario di Roald the Adventurer - Guyun Stone Forest

Riassunto

Un diario lasciato per caso dal famoso avventuriero Roald.
Le pagine sono umide e sembrano essere state inzuppate d'acqua.

Contenuto del libro

Abbiamo superato alcune piccole isole occupate dagli Hilichurl, riuscendo a uscire dalla loro linea di vista e abbiamo raggiunto con successo la Guyun Stone Forest. Sei giganteschi pilastri di pietra mi tenevano lontano il sole dagli occhi mentre scendevo sulla riva, e alla loro ombra faceva molto freddo. I granchi sulla spiaggia erano grandi e carnosi. Forse è perché la zona ha nutrito per millenni i resti di una bestia magica? Ad ogni modo, hanno un ottimo sapore arrosto.

La bellezza di questo luogo rende difficile immaginare che un tempo fosse il luogo di una sanguinosa battaglia tra il Geo Archon e il mostro marino. Basti dire che il sangue versato qui è svanito da tempo nel mare senza lasciare traccia. Immagino che tutto diventi insignificante di fronte alle dimensioni del mare. Che si tratti di una singola goccia di sangue da una persona comune o di fiumi di sangue versati collettivamente da eroi del passato, il flusso incessante di venti e onde è destinato a lavarne via ogni traccia. Alla fine, tutto sarà come è sempre stato, da tempo immemorabile.

La leggenda narra che il Geo Archon una volta scolpì un braccio gigante dalla terra rocciosa. L'ha immersa nelle profondità dell'oceano, cavalcando attraverso il corpo del demone che ha devastato il suo dominio. Nel corso degli anni, il vento ha gradualmente eroso il braccio polare di pietra nella forma che vediamo oggi.

Più tardi, tornerò sulla terraferma per accamparmi per la notte. Da dove mi trovo vedo in lontananza le barche che lasciano il porto. Mentre scrivo, il Crux sta salpando ancora una volta, intraprendendo il suo prossimo grande viaggio. Mi chiedo quale missione abbia affidato questa volta la Qixing Trade Guild al leggendario Capitano Beidou.

Ho dormito una notte orribile la scorsa notte. Ho sognato di essere da qualche parte buio e umido. All'improvviso, era un mostro marino e il mio corpo impalato veniva spinto sul fondo dell'oceano dal braccio del Geo Archon. Mi dimenai e mi aggrappai al gigantesco braccio polare fatto di roccia, cercando disperatamente di liberarmi, ma era bloccato saldamente al suo posto. Ogni momento che ho fatto mi ha riempito di agonia e di rabbia ...

Nota per me: Guyun Stone Forest non è un buon posto dove passare la notte! Mi sono svegliato presto così ho acceso il fuoco e me ne andrò quando il cielo sarà luminoso. La mia prossima tappa è il porto di Liyue: devo essere da qualche parte dove posso lavare i miei vestiti, tagliarmi la barba, quel genere di cose. Una volta sistemato, farò un altro viaggio nel Carso di Jueyun. L'ultima volta non ho fatto progressi per trovare l'adepto. Questa volta, penso che tenterò la fortuna al Qingyun Peak.

Un'altra nota per me: non perdere mai più il mio diario!

Nessuna voce trovata.

Pubblicazioni correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna all'inizio pulsante