BIBLIOTECA

Genshin Impact | Storia di re e clan - Prologo

Riassunto

Una storia completa di Mondstadt a cura e compilata dalla Northland Historical Society.

Contenuto del libro

Durante il periodo dell'aristocrazia, i tiranni che governavano Mondstadt rifiutarono lo studio della storia e proibirono al popolo di parlare e cantare in riferimento a eventi storici. Perché conoscevano l'entità della propria degenerazione e non volevano che le loro azioni venissero esaminate dagli annali della storia insieme ai racconti dell'onore e della gloria degli eroi.

Ma i venti della storia soffiavano forte e alla fine nessun muro poteva essere costruito abbastanza alto da sostenerli. Quest'opera è una raccolta di tutte le poesie, canzoni e leggende sopravvissute al periodo aristocratico, intervallate dai commenti degli archeologi. Il suo scopo è fornire un nuovo resoconto della storia di Mondstadt dall'età dei re alla caduta dell'aristocrazia. Un certo grado di inesattezza storica è inevitabile, poiché alcuni dettagli sono impossibili da verificare. Possiamo solo sperare umilmente che questo lavoro possa far luce sul passato per coloro che verranno dopo di noi, o forse ispirarli a continuare a indagare da soli sui fatti della storia.

Questo lavoro è diviso in tre sezioni: Sezione 1, "Il signore della tempesta della torre e il re di Borea" copre la lotta tra i re del ghiaccio e il gelo prima dell'arrivo di Barbato. La sezione 2, "La coltivazione di Mondstadt", copre gli antenati di Mondstadt, inclusi gli antenati degli aristocratici, nel periodo in cui si sviluppò l'agricoltura. La sezione 3, "Tiranni, eredi e ribelli", copre il lungo regno dell'aristocrazia a Mondstadt.

Il lettore potrebbe desiderare che questo lavoro serva da monito per le generazioni future. In effetti, è stato compilato senza tale ambizione in mente. La libertà che ci dà Barbatos è anche la libertà che ci permette di liberarci dalle catene del passato alla ricerca della verità. La mia unica speranza è che questo lavoro, in uno spirito di apertura e verità, possa finalmente condividere con il lettore le storie che in passato era proibito condividere.

Nessuna voce trovata.

Pubblicazioni correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna all'inizio pulsante